Mercato biciclette | Ciclomood
1502
post-template-default,single,single-post,postid-1502,single-format-standard,edgt-core-1.1.2,ajax_fade,page_not_loaded,,vigor-ver-1.9, vertical_menu_with_scroll,smooth_scroll,wpb-js-composer js-comp-ver-4.12,vc_responsive
 

Mercato biciclette

Mercato biciclette

Il mercato delle biciclette tradizionali è stabile, ma è un vero boom per le e-bike. È quanto emerge dai dati 2015 di Ancma, Associazione nazionale ciclo motociclo e accessori, che registra una leggera flessione sulla vendita delle biciclette tradizionali (-2,47%), ampiamente compensata dall’aumento della produzione (+90,36) e della vendita (9,8%) di biciclette a pedalata assistita. Anche per quanto riguarda le esportazioni, i dati sulle biciclette elettriche sono più che positivi, grazie a un aumento delle vendite all’estero del 166,9%, corrispondente a 1.653.709 pezzi venduti nel 2015.

Le vendite sul territorio nazionale sono state 56.189 e sono sempre di più le persone che acquistano le bici presso la grande distribuzione organizzata o specializzata, meno nei negozi specializzati. Il successo delle e-bike ha fatto sì che alcune aziende, produttrici di ciclomotori o di componentistica per gli elettrodomestici, abbiano deciso di lanciarsi in questo business.
E l’intuizione, stando ai dati Istat, pare fondata: dal 2009 al 2013 nei capoluoghi di provincia i km di piste ciclabili ogni 100 km quadrati sono passati da 14,7 a 18,9, pari a un incremento del 28,6%.

Un recente studio della Continental, che ha preso in esame le 8 principali città italiane (Torino, Genova, Milano, Bologna, Firenze, Bari, Roma e Napoli), ha chiarito che la più virtuosa per quanto riguarda lo sviluppo delle piste ciclabili è Milano (+113,8%), mentre quella con l’estensione maggiore è Torino con 137,4 km ogni 100 km quadrati.

A tutto questo si aggiungono i 91 milioni di euro che la recente legge di stabilità ha destinato allo sviluppo di quattro importanti vie ciclopedonali turistiche: il Grab, il Gran raccordo anulare delle bici lungo 44 Km che unirà la colonna Traiana e la via Appia, la VenTo che unirà Venezia e Torino coi suoi 679 Km, la Verona-Firenze e la Ciclovia dell’acquedotto pugliese.

Ciclomood
emmanuel.toussaint@ciclomood.com
No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.